IRPINIA PARANOICA – Videoinstallazione realizzata da Luigi Capone e Pierpaolo Di Marino. Musica dei Kactus.

IP

Il video viene proiettato su un telo trasparente all’interno di una grande gabbia in cui si muovono immagini confuse e claustrofobiche. In circa tre minuti si mostrano gli spostamenti e i movimenti inquieti filmati nel corso dei tre anni di esistenza della comunità omonima. Il montaggio spacca la visione in tre parti e non ha rispetto per i tempi cronologici, sopraffatti dai tempi interiori che vengono scaraventati in faccia allo spettatore-protagonista.

Una sequenza continua di frequenze radio disturbate, di suoni assordanti e distorti, di luci e lampioni,  di discorsi mancati tra statue di santi che non rispondono, noia, solitudine, desolazione e paranoia religioso-politica che culmina in un’alba desertificata e mortifera che annuncia l’apocalittico eterno ritorno della propria condizione di quotidiana instabilità.

Nessun aiuto è previsto durante il viaggio onirico del flâneur che attraversa una realtà orfica svuotata e smaterializzata, orfano di aura e Trinità e in balia dello choc postmoderno.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s