Crepuscolo al sud

di Salvatore Casale

L’estate in questi luoghi finisce presto anche se siamo al sud. Un sud che poi non sembra tanto sud immerso in questo montagne.
Il 20 Agosto in maniera puntuale e indiscriminata i paesi si spopolano, ritornano ai loro normali ritmi, scanditi dalla consuetudine dalla monotonia più atroce e dal lavoro nelle campagne. Tutti i visitatori (quello sono, non turisti) tornati per vedere la terra natia finalmente vanno via. Lasciano dietro di sé l’arroganza di chi col tempo non ha conquisto la civiltà, una vita piena, il progresso, ma il più delle volte solo l’ignoranza di una non vita in un non luogo nel quale vivono. Auto accessoriate, vestiti firmati, mutui da pagare, lavori importanti o meno poco importa non riconoscono niente, non ricordano niente ma ci tengono a farti sapere chi sono, cosa fanno e quanto hanno pagato la nuova BMW, naturalmente targata Svizzera che di sicuro è meglio di quella Italiana. Non chiederti il perché ma è così, in Svizzera è tutto diverso, il più delle volte è meglio.
Sembra strano ma il silenzio di questi luoghi è quasi assordante, in lontananza si sente solo qualche cane che abbaia mentre il sole cade dietro una montagna ferma e immobile al passare del tempo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s